Categoria: Blog

Corso MBSR a Brescia

Il protocollo MBSR per la riduzione dello stress prevede un percorso di 8 settimane: la sperimentazione di varie tecniche di consapevolezza, vi consentirà di sviluppare un nuovo modo di stare in contatto con voi stessi, nel momento presente.
Riduciamo lo stress, impariamo a stare nel qui e ora riducendo la nostra tendenza a reagire alle situazioni e a lasciare andare ciò che ci turba.
 
Quando
Da mercoledì 9 ottobre, per 8 settimane! Dalle 20.15 alle 22.15 circa! Giornata intensiva domenica 17 novembre dalle 10.00 alle 15.00!
 
Costo
Il corso ha un costo di 200€, comprensivo di 21 ore di pratica, materiale cartaceo e tracce audio delle pratiche.
 
Dove e chi
Presso Yogaloft23 in via Lechi 23 a Brescia
Istruttrice: Sara Tagliabue, psicologa e psicoterapeuta
 
Iscrizioni
Per iscriversi contattare il 3383064120 (Sara Tagliabue) o inviare mail a info@saratagliabuepsicologa.it quanto prima: IL CORSO SARA’ ATTIVATO CON UN NUMERO MINIMO DI 8 PARTECIPANTI!

Gruppo sulla comunicazione assertiva

Timidezza, paura del giudizio oppure rabbia, nervosismo ci impediscono di esprimerci chiaramente e ci impediscono di raggiungere i nostri obiettivi soddisfacendo i nostri bisogni. L’assertività permette una chiara e diretta espressione di sé, dei propri bisogni/valori nel rispetto dell’altro al fine di perseguire gli obiettivi ricercati.

Attraverso il laboratorio di gruppo il confronto ci sostiene nel divenire maggiormente consapevoli del nostro vissuto che guida il nostro modo di relazionarci agli altri. La condivisione aiuta a riconoscere diversi stili relazionali e a notare i differenti punti di vista. Questa consapevolezza può portare alla messa in discussione di alcune nostre modalità di comunicazione.

Il laboratorio si ripropone di:
– conoscere meglio se stessi e costruire una buona immagine di sè, rispettando i diritti e i limiti propri ed altrui;
– sentirsi meno vulnerabili di fronte ad eventi difficili;
– comunicare in modo più efficace, riducendo comportamenti dannosi per sè e per le proprie relazioni.

Gruppo sul disturbo da attacchi di panico

Tutti proviamo ansia, ma a volte questa diventa così presente o temiamo che si attivi così da spingerci a non fare più certe cose, o a farne di nuove per evitare che arrivi questa emozione così fastidiosa. Ne possono risentire le nostre attività quotidiane e il nostro stare bene, anche gli altri (famigliari, amici o colleghi) a volte sono coinvolti nelle nostre modalità di gestione dell’ansia. Ma ci accorgiamo che qualsiasi cosa facciamo questa non passa.. perché? Perché dobbiamo imparare a rapportarci all’ansia in modo nuovo e farlo da soli è spesso faticoso. L’ansia è un’emozione che è sostenuta da pensieri variabili, come ad esempio “se mi viene l’ansia vuol dire che non ho il  controllo”, “le persone normali non hanno l’ansia”, “se mi viene l’ansia starò male e gli altri penseranno di me che sono malata”.

Il percorso di gruppo ha l’obiettivo di:

  • conoscere e riconoscere in se stessi l’attivazione fisiologica dell’ansia
  • conoscere e riconoscere in se stessi i pensieri anticipatori dell’ansia e quelli che la sostengono
  • verificare e mettere in discussione i pensieri
  • apprendere tecniche per la gestione dell’ansia

Come fare per…gestire lo stress

Come superare lo stress? È un problema che spesso ci poniamo e la ricerca di una soluzione a volte genera in noi ancora più stress. In realtà lo stress non è sempre negativo e se affrontato in modo efficace può permetterci di crescere e ritrovare il nostro benessere psicologico.

Serata informativa gratuita promossa dal Comune di Travagliato!

Programma per la riduzione dello stress basato sulla mindfulness

Il programma di 8 settimane per la riduzione dello stress basato sulla mindfulness (MBSR) secondo il protocollo di Jon Kabat Zinn è definito la pratica più diffusa al mondo per ridurre lo stress, favorire la presenza mentale, la salute e il benessere psicofisico delle persone.

Per scoprire quando e dove tengo il corso visita la sezione EVENTI!

Il programma è strutturato in 8 incontri a cadenza settimanale di circa due ore ciascuno. A questi si aggiunge un incontro intensivo (dalle 4 alle 8 ore di pratica) tra la sesta e la settima settimana del percorso.

A cosa serve questo programma?

Riprendendo le parole di Jon Kabat Zinn, durante il percorso di intraprende un viaggio di autoesplorazione, di crescita e di guarigione. Il programma è basato su anni di esperienza: Jon Kabat Zinn ha elaborato il corso di 8 settimane presso il Medical Center dell’Università del Massachusetts, un centro in cui ci si occupa dell’effetto che i fattori psicologici ed emotivi, i modi in cui pensiamo e ci comportiamo, hanno sulla nostra salute e sulla nostra capacità di recupero da situazioni di stress e malattie.

Quello che si è osservato nel campo della medicina comportamentale è che non è tanto il numero di eventi stressanti da affrontare, quanto la capacità che un individuo ha di rispondere adeguatamente alle situazioni stressanti a influire sul proprio benessere.

Le pratiche proposte durante il programma MBSR stimolano:

  • il NON FARE: imparare a passare dalla modalità del fare alla modalità dell’essere, imparare a dedicare tempo a se stessi, a rallentare il ritmo e a nutrire calma e autoaccettazione, imparare a osservare l’attività della propria mente momento per momento, a osservare i propri pensieri e a lasciarli scorrere senza esserne coinvolti e dominati;
  • l’ATTENZIONE: imparare a osservare deliberatamente il proprio corpo e la propria mente, lasciando che le esperienze scorrano liberamente, momento dopo momento, accettandole così come sono;
  • la PRESENZA: notare come il proprio tempo e le proprie energie siano spesso assorbiti da ricordi, rimpianti, preoccupazioni, fantasticherie rendendoci più consapevoli del fatto che spesso perdiamo o sottovalutiamo il valore o il significato delle esperienze della nostra vita, ma quello che si perde potrebbe essere più importante di quanto forse si creda come entrare in rapporto con le persone amate, con l’aria fresca o con i suoni della natura;
  • il SAPERE DI NON SAPERE: la pratica della consapevolezza porta a scoprire qualcosa di sè che non si conosceva e quel che succede è che i problemi della vita iniziano ad apparire più chiaramente, scoprendo le cose come sono realmente, attraversando il velo delle proprie opinioni;
  • l’ASCOLTARE IL CORPO: attraverso la consapevolezza i sintomi fisici iniziano ad essere riconosciuti come messaggi che il corpo ci invia per farci sapere come sta e quali sono i suoi bisogni, per poi poter rispondere in maniera appropriata. Imparare ad ascoltare il corpo è di vitale importanza per la nostra salute e per la qualità della propria vita.

A chi si rivolge il protocollo MBSR?

Il protocollo è rivolto a chiunque, in buona salute o in malattia, desideri trascendere le proprie limitazioni mediante la via della consapevolezza e raggiungere un livello più altro di salute e di benessere. Il livello di stress nella nostra vita può essere oggi determinato da diversi fattori (relazioni interpersonali o lavorative, malattie e disturbi cronici, incombenze quotidiane..) e sempre più persone decidono di cercare di capirlo meglio e di imparare a controllarlo rendendosi conto che nessun altro può risolvere il problema per conto loro.

 

 

 

“Vivere momento per momento”, Jon Kabat Zinn

“Gli interventi basati sulla mindfulness”, Alberto Chiesa

Come gestire lo stress?

Riporto le parole usate da Jon Kabat Zinn nel libro “Vivere momento per momento”:

“Non c’è nessun farmaco che possa renderci immuni allo stress e al dolore, che sia in grado di risolvere magicamente i problemi della nostra vita e di guarirci. Muoverti verso la guarigione e la pace interiore richiede uno sforzo cosciente da parte tua. Significa imparare a lavorare proprio con quello stress e qual dolore da cui vuoi liberarti. Affrontare le difficoltà con metodi che conducano a soluzioni efficaci e ad uno stato di armonia interiore è un’arte. Un elemento di quest’arte consiste nell’orientare la nostra vita in modo tale da servirci della pressione generata dal problema stesso per attraversarlo, proprio come un navigante orienta la vela per utilizzare la pressione del vento. Navigare direttamente controvento è impossibile; e navigare soltanto con l vento in poppa ci permette di andare in una sola direzione, quella del vento. Ma se sappiamo orientare la nostra vela ed essere pazienti, spesso arriviamo alla meta che ci siamo prefissi e conserviamo una certa padronanza della nostra rotta. Se vuoi servirti della pressione dei tuoi problemi per navigare in questo modo devi imparare a metterti in sintonia con le esperienze della tua vita, così come il navigante entra in sintonia con la sensazione della barca, dell’acqua, del vento e della rotta che vuole seguire. E devi imparare a navigare in ogni sorta di circostanze stressanti, non solo quando splende il sole e il vento soffia esattamente nella direzione che vuoi.”

Jon Kabat Zinn ci invita a intraprendere un viaggio di autoesplorazione, un viaggio di 8 settimane, un viaggio che si chiama Programma per la Riduzione dello Stress Basato sulla Mindfulness.

I DISTURBI D’ANSIA

Serata informativa gratuita presso lo studio di Viale Piave 225 a Brescia.

Durante l’incontro sarà possibile apprendere come l’ansia nasce ed agisce su di noi fino a divenire un vero e proprio disturbo. Saranno definiti i disturbi d’ansia e verrà svolta una riflessione sui trattamenti terapeutici e su come intervengono nel disturbo.

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE

I DISTURBI D’ANSIA

Serata informativa gratuita presso lo studio di Viale Piave 225 a Brescia.

Durante l’incontro sarà possibile apprendere come l’ansia nasce ed agisce su di noi fino a divenire un vero e proprio disturbo. Saranno definiti i disturbi d’ansia e verrà svolta una riflessione sui trattamenti terapeutici e su come intervengono nel disturbo.

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE

I DISTURBI D’ANSIA

Serata informativa gratuita presso lo studio di Viale Piave 225 a Brescia.

Durante l’incontro sarà possibile apprendere come l’ansia nasce ed agisce su di noi fino a divenire un vero e proprio disturbo. Saranno definiti i disturbi d’ansia e verrà svolta una riflessione sui trattamenti terapeutici e su come intervengono nel disturbo.

E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE

Serata informativa “I disturbi d’ansia”

E’ possibile richiedere l’attivazione di una serata informativa gratuita, aperta ad un gruppo ristretto di persone, sul tema “i disturbi d’ansia”.

Programma della serata:

  • A cosa serve l’ansia?
  • Quali sono i disturbi d’ansia?
  • Cosa posso fare se ho un disturbo d’ansia?
  • La terapia cognitivo comportamentale per i disturbi d’ansia